Viaggi

Sarong

Finalmente stringo fra le mani il biglietto aereo! Tutto pronto, fra un mese esatto prenderò il volo China Airlines Roma-Bangkok e poi Bangkok-Luang Prabang e sarò in Laos, il cui nome significa “Terra da un milione di Elefanti”. Oggi ne sono rimasti circa duemila ma la natura rimane incontaminata e l’intero paese una perla di (quasi) intatta tradizione e bellezza. In questa vacanza, in cui sarò solo con i miei pensieri e la mia curiosità, non avrò alcun bagaglio: porterò uno zainetto con fotocamera, spazzolino, due mutande e due T-shirt. Nessuna valigia. Nessuna prenotazione. Nessun itinerario. Una volta arrivato, mi procurerò un Sarong come quello in foto e, infilati i sandali, sarò quanto di meno assomiglia ad un turista.